169 Eventi

Ordina per

Prosegue il ciclo online “10 minuti di storia” a cura della Società Economica di Chiavari, curato da Sergio Gabrovec. In questo appuntamento si parla dei “Vivamaria”. Tra il 1797 e il 1800 la lotta dei contadini delle nostre valli condotta contro le idee portate dalla nuova Repubblica e contro i francesi si svolse al grido di “Viva Maria!”, motto già usato nel 1746 durante la liberazione di Genova dagli austriaci. La Val Fontanabuona, per la violenza degli scontri con i suoi abitanti, fu definita dai transalpini “Fontana del diavolo”, dove ogni albero faceva fuoco. Su You Tube a questo link: https://youtu.be/eL7-Ly0eFos su Facebook a questo link: https://www.facebook.com/Societa.Economica/  

Venerdì 26 febbraio, dalle ore 8, su il Bandolo Social, per la serie “Una stanza tutta per sé”, Andrea Margarit e Letizia Cigolini presentano Nadine Gordimer. Nadine Gordimer è una scrittrice sudafricana che ha lottato per tutta la vita contro la politica razzista dell’apartheid, applicata dalla minoranza bianca in Sudafrica dalla fine degli anni quaranta del novecento. Nasce nel 1923 a Johannesburg da genitori immigrati. Ai tempi dell’Università entra in contatto con artisti e attivisti neri e, a seguito di alcune manifestazioni represse nel sangue dalla polizia, nel 1960 aderisce al movimento di liberazione antirazzista. Negli anni settanta e ottanta pubblica i suoi romanzi e racconti più importanti che descrivono la vita quotidiana sudafricana condizionata dal razzismo, opere che vengono censurate o bandite dal governo del paese ma che hanno molto successo all’estero. Nel 1991 le viene assegnato il premio Nobel per la letteratura. Nadine Gordimer muore nel 2014 all’età di novant’anni. Questi i link: https://www.facebook.com/Il-Bandolo-Associazione-di-cultura-politica-383087748405768 https://www.youtube.com/channel/UCO8gpgcfch2UKCvmS0zDrvg

Proseguono le iniziative de Il Bandolo versione social. Venerdì 19 Febbraio, dalle ore 8 in poi, si potrà visualizzare sulla pagina Facebook del Bandolo e sul canale YouTube l’intervento di Don Sandro Lagormarsini. Don Sandro Lagomarsini da 55 anni è parroco di Cassègo nel Comune di Varese Ligure, piccolo borgo sull’Appennino Ligure nell’entroterra di La Spezia. Lagormarsini ha raccolto, in tempi non sospetti e lontani dalle celebrazioni, l’eredità di Don Milani senza fare grandi proclami o dichiarazioni ma applicando gli insegnamenti del priore di Barbiana, facendone uno stile di vita. Lagomarsini ha dedicato la vita a progetti educativi e culturali. Negli anni Settanta ha aperto un doposcuola per i figli dei contadini di montagna, ha dato vita a una scuola popolare per gli adulti, ha aperto un museo contadino, dove collaborano volontariamente i suoi concittadini dove tutti portano qualcosa per preservare l’importanza della tradizione e la memoria di quei luoghi, da anni esposizione permanente realizzata con la consulenza di alcuni docenti universitari dell’Università di Salerno e dell’Università di Genova, alcuni di questi importanti reperti sono esposti alla mostra genovese “Sulle tracce dei pastori”. Numerose le sue pubblicazioni: Coltivare e Custodire, La bella umanità. Mente, ragione e cuore nel Gesù dei Vangeli, Il medico dimenticato. […]

Prosegue il ciclo online “10 minuti di storia” a cura della Società Economica di Chiavari, curato da Sergio Gabrovec. In questo appuntamento si parla del paese di “Confraternite”. Ancora oggi le confraternite, specialmente in Liguria, sono attive e mantengono compiti nell’ambito sociale, curano la conservazione del patrimonio artistico, dei riti e delle tradizioni e mostrano forte solidarietà nei confronti delle fasce più deboli; un filo invisibile, mai interrotto nei secoli, lega gli attuali confratelli al passato, un filo fatto di fede, di preghiere, di carità, di rispetto delle tradizioni. Su You Tube a questo link: https://youtu.be/YPaHDLFnYeA su Facebook a questo link: https://www.facebook.com/Societa.Economica/  

Proseguono le iniziative de Il Bandolo versione social. Venerdì 12 Febbraio, dalle ore 8 in poi, si potrà visualizzare sulla pagina Facebook del Bandolo e sul canale YouTube l’intervento di Marco Aime. Marco Aime insegna Antropologia culturale all’Università di Genova. L’antropologia culturale oggi riveste una funzione forse diversa che in passato: risulta utile a fornire chiavi di lettura trasversali e oblique rispetto alla complessità dei fenomeni attuali o almeno della maggior complessità percepita. Creare una maggiore sensibilità nei confronti della diversità culturale. Fornire strumenti critici per analizzare la complessità che segna la nostra epoca. Fornire chiavi di lettura diverse della lettura della società occidentale. Numerose le sue pubblicazioni : Eccessi di culture, Il primo libro di antropologia ,Una bella differenza. Alla scoperta delle diversità nel mondo , Il dono al tempo di Internet , L’altro e l’altrove. Antropologia, geografia e turismo  La fatica di diventare grandi  con Gustavo Pietropolli Charmet, Contro il razzismo con Guido Barbujani, Clelia Bartoli e Federico Faloppa, Invecchiano solo gli altri con Luca Borzani, Il soffio degli antenati e Classificare, separare, escludere, Senza sponda. Perché l’Italia non è più una terra d’accoglienza  Per Einaudi ha inoltre curato M. Mauss, Saggio sul dono e l’edizione italiana del Dizionario […]

HiroAndCo organizza una speciale Visita Guidata nella giornata di sabato 13 Febbraio, aspettando San Valentino. Si tratta di un doppio Tour: un itinerario a tema nel Centro Storico e una visita al Museo del Risorgimento. Rosangela Mammola comunica che: “Abbiamo pensato di proporre questo doppio  tour per far scoprire ai nostri amici e appassionati visitatori la ricchezza che offre la Chiavari dell’Ottocento, una città in fermento a livello intellettuale e dinamica dal punto di vista del commercio ma, soprattutto, proponiamo di entrare al Museo Storico del Risorgimento, una vera sorpresa per chi ancora non lo conoscesse. È la nostra cifra stilistica quella di privilegiare la qualità della fruizione dei luoghi scelti per i tour che organizziamo, siano essi previsti in esterno, sia condotti all’interno di Palazzi e Musei ed è per questo che il nostro numero massimo di partecipanti resta fissato a 12, come per le visite guidate nel pre-Covid19. Questa particolare e originale visita offre un’ulteriore occasione per conoscere il recente libro: “Luoghi del Risorgimento – Chiavari” di Elvira Landò Gazzolo, Edizioni HiroAndCo, già disponibile nelle migliori librerie di Chiavari e del Tigullio”. La visita guidata, prevista per il 13 Febbraio alle ore 10.00 p.v., è condotta da Federica […]

Prosegue il ciclo online “10 minuti di storia” a cura della Società Economica di Chiavari, curato da Sergio Gabrovec. In questo appuntamento si parla del paese di “Salute e rispetto”. Questo saluto sostituì le vecchie formule tipiche del periodo della Repubblica aristocratica genovese. Alcune delle novità che si diffusero nel breve periodo di vita della Repubblica ligure si possono trovare anche nei documenti conservati presso le parrocchie ma molte altre furono introdotte dalle idee nate con la Rivoluzione francese, tra queste ricordiamo le nuove imposte, l’istruzione e le feste. Su You Tube a questo link: https://youtu.be/0dpZpqntDgk su Facebook a questo link: https://www.facebook.com/Societa.Economica/  

Proseguono le iniziative de Il Bandolo versione social. Venerdì 5 Febbraio, dalle ore 8 in poi, si potrà visualizzare sulla pagina Facebook del Bandolo e sul canale YouTube l’intervento di Andrea Sbarbaro. Andrea Sbarbaro psicologo, è il Presidente di Cittadini Sostenibili, un’associazione di promozione sociale con sede a Genova, impegnata nella promozione di comportamenti e scelte sostenibili. Nati nel 2017 come gruppo informale e costituiti associazione nel 2020; indipendenti, apartitici e aperti a collaborare con chiunque abbia a cuore l’ambiente e la sostenibilità. Tra i temi su cui sviluppano attività e campagne ci sono l’economia circolare, il ciclo dei rifiuti, la mobilità sostenibile, la riqualificazione ambientale e urbana, la riconversione di enti e imprese, gli obiettivi dell’Agenda 2030, da non dimenticare le campagne social media “Le buone abitudini” su stili di vita personali e familiari. Attraverso la loro azione sensibilizzano le persone fornendo informazioni pratiche e strumenti di cittadinanza attiva per un comportamento più consapevole e un cambiamento degli stili di vita promuovendo reti, collaborazione tra enti e partecipando ad azioni concrete di intervento sul territorio, da manifestazioni e sit-in a pulizie ambientali di aree costiere o spazi verdi. Cosa possiamo fare noi per la nostra terra, per la nostra […]

Venerdì 29 gennaio, dalle ore 8, su il Bandolo Social, per la serie “Una stanza tutta per sé”, Andrea Margarit e Letizia Cigolini presentano Karen Blixen. Karen Blixen è una scrittrice danese resa famosa in tutto il mondo dal suo libro “La mia Africa”, da cui è stato tratto l’ancora più famoso film hollywoodiano con Meryl Streep e Robert Redford. Karen Dinesen nasce nel 1885 a Rungstedlund una cittadina a nord di Copenhagen. Nel 1914 si sposa con il Barone Blixen e si trasferisce in Africa, nell’attuale Kenya, dove la famiglia Dinesen ha comprato una piantagione di caffè. A differenza di molti altri europei presenti nelle colonie la Blixen stabilisce da subito un rapporto più aperto e rispettoso con la comunità nativa che abita e lavora nelle sue terre. Quasi subito però cominciano problemi economici e sentimentali. La crisi economica della piantagione peggiora inevitabilmente, finché nel 1931 la compagnia di famiglia decide di vendere la fattoria e la Blixen, sola e disperata, lascia per sempre l’Africa. Torna a vivere in Danimarca, nella vecchia casa di famiglia, dove a quarantasei anni si reinventa come scrittrice. Il suo primo libro di racconti “Sette storie gotiche” vende molte copie e successivamente “La mia Africa” la rende famosa. L’occupazione nazista della Danimarca, durante la seconda guerra […]

Venerdì 29 gennaio, alle ore 18, ‘Piazza Levante’ e Wylab organizzano online la presentazione del libro “Bambine in guerra”, scritto da Luana Valle e con le fotografie di Luca Dore, nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata della Memoria. Si tratta di una raccolta di racconti di anziane signore che da bambine o ragazzine avevano vissuto la guerra e il fascismo. Il volume, pubblicato da Tempesta Editore, è disponibile sia in libreria che sulle principali piattaforme. A chiacchierare con Luana Valle sarà Sabina Croce. Il loro dialogo sarà inframmezzato dalle letture dell’attrice Lucia Caponetto. Introduzione a cura di Alberto Bruzzone. L’incontro durerà circa 60 minuti e la partecipazione è gratuita. Per partecipare, è sufficiente visitare la pagina YouTube di Piazza Levante, dove sarà ospitata la diretta: https://www.youtube.com/channel/UCsQc8gPY8vltkvtLNpQGU2A. Il libro “Bambine in guerra” non è un libro di Storia, ma è un libro di storie. Presto non ci saranno più testimoni diretti della guerra e del fascismo, non ci sarà più nessuno a raccontare e proprio per questo motivo l’autrice ha voluto raccogliere queste storie, per non dimenticare e mantenere vivo il ricordo e accesa la memoria. Perché solo vicende di donne? Storici e storiografi sono sempre stati uomini, almeno fino a […]

Proseguono le iniziative de Il Bandolo versione social. Venerdì 22 gennaio, dalle ore 8 in poi, si potrà visualizzare sulla pagina Facebook del Bandolo e sul canale YouTube l’intervento della compagnia teatrale Scena Madre. Scena Madre è una realtà teatrale professionale fondata nel 2013 da Marta Abate e Michelangelo Frola. È attiva nel Tigullio con laboratori teatrali permanenti per bambini, ragazzi e adulti, e su tutto il territorio nazionale (ogni tanto anche all’estero) con spettacoli teatrali. Nel 2014 vince il premio Scenario infanzia, uno dei riconoscimenti più importanti nel campo del teatro per le nuove generazioni. Lo spettacolo vincitore del premio “la stanza dei giochi”, è stato in tournèe in tutta Italia e Svizzera fino al 2020. Dal 2016 ScenaMadre è sostenuta da Fuoriluogo –  La Spezia, centro di produzione teatrale riconosciuto dal MiBACT. Nel 2020 il nuovo spettacolo ”TRE” vince il 2° posto al Festival teatrale di Resistenza (premio nazionale per il teatro a tematica sociale/civile), è semifinalista al premio InboxVerde, è selezionato per Kilowatt festival, è selezionato per Vimercare ragazzi festival. Questi i link: https://www.facebook.com/Il-Bandolo-Associazione-di-cultura-politica-383087748405768 https://www.youtube.com/channel/UCO8gpgcfch2UKCvmS0zDrvg

Prosegue il ciclo online “10 minuti di storia” a cura della Società Economica di Chiavari, curato da Sergio Gabrovec. In questo appuntamento si parla del paese di Costola. Il paese di Costola, frazione di Varese Ligure, sorge su un’antica via di collegamento della costa con l’Emilia, in posizione dominante sull’Alta Valle del Vara. La posizione della chiesa e del campanile, costruiti sulle rovine del castello, giustificano l’appellativo dato al paese che, tra l’altro, fu coinvolto negli avvenimenti della Resistenza. Su You Tube a questo link: https://youtu.be/oI0iPBjDkhE su Facebook a questo link: https://www.facebook.com/Societa.Economica/